News

Photo Taken In Germany, Berlin

Dalla nascita stessa della filosofia gli uomini hanno iniziato a interrogarsi su cosa fosse davvero la coscienza, intesa come la consapevolezza che un individuo ha del mondo esterno e di sé, dei propri contenuti mentali e della capacità di provare esperienze. Spesso è stata proprio la coscienza la discriminante per stabilire se siamo o meno soggetti dotati di interessi e di diritti.

I nuovi progressi nel campo delle neuroscienze portano però sempre più studiosi a chiedersi se sia davvero così fondamentale. L’evidenza dimostra che i nostri cervelli elaborano le informazioni anche senza bisogno della coscienza, e che noi ci comportiamo di conseguenza. Una prima svolta radicale arrivò più di due secoli fa con il fisiologo e fisico tedesco Hermann von Helmholtz, che ipotizzò che molte delle operazioni cerebrali avvenissero senza esperienza consapevole. Elaborò questa ipotesi riflettendo sulla nostra capacità di valutare una scena visiva complessa con una velocità notevole e straordinaria accuratezza senza alcun pensiero cosciente. Secondo Giorgio Vallortigara, professore di Neuroscienze presso il Centre for Mind-Brain Sciences dell’Università di Trento, “Certe cose possono sembrare molto complicate: risolvere un labirinto, effettuare sottrazioni o addizioni. Questo però non vuol dire che gli organismi che le compiono siano consapevoli, dato che sono attività eseguibili in assenza di coscienza. Basti pensare a un’azione complicata quale prendere una palla. Si tratta di un’attività molto complessa, ma il mio sistema motorio la compie in maniera implicita, senza la necessità della consapevolezza”. Per Vallortigara esiste la possibilità che un animale possa agire in maniera adeguata senza che il suo comportamento sia accompagnato dalla coscienza: “Sembra plausibile che le esperienze siano diffuse nel regno animale, ma il mio mestiere è fare lo scettico. Dobbiamo considerare un fenomeno molto particolare: la cosiddetta visione cieca”. Si tratta della capacità di vedere che non è accompagnata dalla consapevolezza. In parole povere: vedi ma non sai di vedere.

Clicca QUI per continuare a leggere.

yoast seo premium free