News

fear-2019930_1920

“La paura è una conseguenza intrinseca della nascita delle “società aperte”, si diffonde con il rafforzarsi di un senso di abbandono dovuto alla ridefinizione delle identità, degli spazi, dei confini all’interno di uno spazio sempre meno controllato. Nelle nostre società, analizza Zygmunt Bauman in un agile volumetto intitolato Il demone della paura di Zygmunt Bauman (Laterza, 2014), le persone hanno perso i propri riferimenti e al contempo anche la capacità, o la sensazione, di poter orientare il corso degli eventi attraverso decisioni collettive. Il diffuso sentimento di incertezza è stato veicolato, amplificato e replicato dai mezzi di informazioni tanto da trasformare la successione delle epoche della globalizzazione in una sorta di cronologia della paura, come dimostra Antonello Guerrera nell’appendice al volume di Bauman.”

Continua a leggere cliccando QUI.

yoast seo premium free