News

st-simplicissimus.it-112609

È uscito! “L’osservatore cieco”, € 4,99.
Nei formati epub, mobi per Kindle e – se preferite leggerlo sul computer o stamparlo – pdf navigabile.

“Ricordo che quando, studente di filosofia, scelsi l’indirizzo psicologico e mi imbattei in un testo di Paul Watzlawick, fui conquistato dall’eleganza e dalla complessità di quel modo di pensare e di concepire i fatti della vita. Avvertii un inaspettato senso di libertà dagli imperativi del determinismo e dalle gabbie del pensiero lineare: come se la complessità e l’irriducibilità dell’esperienza umana potessero finalmente liberarsi dal letto di Procuste a cui i criteri delle scienze classiche da sempre le imprigionavano.
Fu davvero lo scoprire una prospettiva nuova, aperta, affascinante, che gettava una luce innovativa sulle eterne questioni che interrogano l’uomo e coloro che cercano di comprenderne la grandezza e le fragilità…” (Marco Bianciardi)
Con prefazione di Umberta Telfener.

https://sell.streetlib.com/book/losservatore-cieco-marco-bianciardi

 

NOTE

Gli scritti qui raccolti sono divisi in tre sezioni.
Nella prima sezione vengono pubblicati tre saggi che affrontano la relazione tra soggettività e contesti relazionali, nell’intento di esplicitare e problematizzare la complessità e l’irriducibilità dell’intreccio tra elemento e contesto.
Nella seconda sezione vengono proposti tre inediti e un articolo pubblicato su Riflessioni Sistemiche. Sono gli scritti che propongono una teoria cibernetica della soggettività, che viene concettualizzata come un processo di distinzione: come l’ininterrotta attività di un organismo che è in grado di distinguere tra sé e altro da sé operando così una distinzione di secondo ordine che si caratterizza come riflessiva e narrativa.
Infine, nell’ultima sezione, sono raccolti alcuni scritti più recenti in cui la teoria della soggettività come distinzione narrativa viene declinata in temi che concernono la clinica e l’etica.

yoast seo premium free