News

svezia-rom

Se è vero che nell’ignoranza dell’altro, come nell’arroganza e nella malafede identitaria, si annidano i germi del pregiudizio etnico, dell’intolleranza culturale e della discriminazione sociale, conoscere più da vicino la storia, la cultura e l’identità etica e religiosa di un popolo, può di certo contribuire a smontare narrazioni collettive dure a morire, come quelle di cui sono vittime i Rom. Ce lo spiega Giulia Bertotto in quest’articolo pubblicato on line su “La rivista culturale”.

“L’immagine che abbiamo dei rom è quella di residui umani che frugano nella spazzatura, rilegati in ghetti di baracche e degrado estetico e culturale. Un apartheid di privazione di opportunità sociali e professionali, disconoscimento di realizzazione economica e personale, negazione della possibilità di contribuire allo sviluppo della società umana.”
“… il nostro modo di venire a patti con l’esistenza è sicuramente più prossimo alle culture romaní e sinti da cui ci sentiamo tanto disturbati.”

yoast seo premium free